Chiesa del Carmine

Chiesa del Carmine

La chiesa del Carmine, restaurata di recente, fu eretta tra il 1694 e il 1695 e presenta un altare scolpito in pietra leccese in stile tardo barocco. Ha bassorilievi, colonne intagliate e trafori.

Il campanile è stato costruito nel 1951 dal mastro muratore Cosimo Erroi ed ha sostituito la vecchia torre campanaria abbattuta da un fulmine.

Questa chiesa sorge a fianco al Monastero dei Carmelitani, costruito nel 1585 grazie ad un lascito di Martino Alfarano ai Carmelitani di Lecce nel 1559, con l’obbligo di edificare un monastero del loro ordine a Presicce.

La chiesa, a navata unica, con due arcate per lato ospitanti quattro altari (Sant’Anna e San Gioacchino con Maria Bambina, Santa Teresa, Crocifissione, e Sant’Angelo Martire con Sant’Eligio), venne consacrata nel 1605. Pregevole è l’altare maggiore in pietra leccese finemente scolpito con colonne tortili ricche di intagli, bassorilievi e statue; al centro è presente l’immagine della Madonna del Carmelo e la statua di san Giovanni Battista mentre ai lati sono posizionate le statue di sant’Alberto Magno, sant’Eliseo, sant’Elia e sant’Angelo Martire. Ancora presenti sono il coro e il pulpito in legno.