Il palazzo degli Alberti di Catenaja, tra i più recenti del centro storico, è stato costruito nella prima metà del XX secolo.

Con i suoi moduli compatti e la combinazione di stili architettonico – decorativi differenti, può essere considerato un esempio del cosiddetto “eclettismo salentino”, stile che trova la sua più ampia espressione a Lecce come lungo la costa, in prossimità dei centri balneari di Santa Cesarea e di Santa Maria di Leuca .

Il prospetto, sobrio ed elegante, presenta un portale di ingresso sormontato da un balcone ad archi intrecciati intagliati nella pietra leccese e abbelliti da festoni di frutta e fiori, opera dello scalpellino locale Bindo Maggio. Una fascia di maioliche napoletane (Vietri) a vivaci motivi floreali corre lungo la parte superiore dell’edificio. In alto, in posizione centrale, all’interno di un arco ribassato, è ben visibile lo stemma della famiglia raffigurante due catene che si incrociano.