Palazzo Arditi

Palazzo Arditi

Il palazzo fu costruito dalla famiglia presiccese Brunetti nei primi anni del Settecento. Dopo diversi anni passò agli Arditi di Castelvetere a seguito del matrimonio tra Gabriella Arditi e Giovanni Mezio, morti senza lasciare eredi.
Nel 1924 fu Benedetto Arditi (junior) a circondare un lato dell’edificio con una merlatura per dargli l’aspetto di un castello, lo munì anche di due torri, su una delle quali volle un orologio alla francese. Infine pose sul portale lo stemma degli Arditi raffigurante l’Araba Fenice che rinasce dalle proprie ceneri guardando il sole.