Palazzo ducale

Palazzo ducale

Il palazzo Paternò è il frutto di un importante rimaneggiamento del castello che esisteva già nel Cinquecento (lo citano diversi scrittori dell’epoca) , ma è nel 1630 che lo ricostruì la principessa Maria Cito Moles dotandolo perfino di giardini pensili e  di una cappella .
Il principe de Liguoro nel 1791 fece aprire una gradinata in modo da collegare gli splendidi giardini  pensili con piazzetta Villani. Ma fu il duca Paternò che nel Novecento fece apporre una merlatura che lo fa oggi assomigliare ad un castello. Ed è proprio con il nome di “castello” che lo chiamano oggi i Presiccesi.

Il palazzo ducale che si trova in piazza del Popolo è il più antico che vi sia a Presicce.

E’ di proprietà comunale grazie all’acquisto fatto nel 1964  dagli amministratori dell’epoca. Fu il sindaco di allora, il poi senatore Amleto Monsellato, che insieme ad alcuni amministratori comunali, si recò a Napoli e concordò l’acquisto del Castello per la cifra di 23 milioni di lire.

Oggi ospita il Museo della civiltà contadina, la Pro Loco ed altre associazioni culturali.